Intervista Roberto Cavallone Crossfi Bari

Oggi a My Cross Life abbiamo il piacere di intervistare Roberto Cavallone Owner di CrossFit Bari.

Buon Giorno Roberto. Grazie per averci dato la possibilità di realizzare questa intervista. Sappiamo che sei molto impegnato quindi cominciamo subito


Redazione : Sei uno dei CrossFitter italiani più conosciuti, non solo per i tuoi piazzamenti nelle diverse gare internazionali, ma soprattutto per la tua grande professionalità riconosciuta dalla maggior parte degli addetti ai lavori. Si parla di te come un uomo metodico, molto attento alla sostanza delle cose e che vuoi sempre vederci chiaro. Ti riconosci in questa descrizione.

Roberto: Ciao ragazzi e grazie a voi. Si, metodico ed attento alla sostanza è assolutamente una descrizione calzante. Provengo dalle arti marziali, dove avere un metodo è la base per la propria crescita sportiva e sicuramente la mia impostazione di coaching preciso e metodico deriva da questa formazione. Per lo stesso motivo sono uno molto più attento alla sostanza delle cose che alla forma.

Redazione : Agli occhi di un esterno il CrossFit può sembrare uno sport fatto di super uomini con qualche rotella fuori posto che hanno fatto di questo sport la loro sola ragione di vita. Tanti non sanno però che la stragrande maggioranza delle persone che praticano il CrossFit è composta da persone normali. Che strumenti abbiamo per cercare di comunicare una visione diversa di questo sport?

Roberto : La comunicazione oggi avviene fondamentalmente attraverso i social, strumento potentissimo. Seguire le gesta degli atleti di alto livello è sicuramente motivante ma rappresenta la punta dell’iceberg di qualcosa molto più grande. Semplicemente basta che i box, attraverso loro pagine Facebook e Instagram o social in genere, promuovano il lavoro della gente comune, più sarà l’utente medio ad essere messo “in prima pagina” , più la gente si avvicinerà incuriosita.

Redazione : Nel tuo box tieni con regolare cadenza lezioni di CrossFit diciamo “diverse dal solito” mi spiego: Oltre alle classi classiche dove fate lezione ad i crossfitter che già conoscono movimenti e tecnica, offrite classi on ramp oppure functional training più soft. Spesso mi è capitato di sentire persone che non sono andate oltre la loro prima prova proprio perché inseriti in una classe classica per atleti avanzati. Detto questo, quanta importanza dai alla scalabilità applicata al tipo di atleta ?

Roberto: La scalabilità è uno dei fondamenti della disciplina nonché uno dei principali motivi della sua efficacia. Ritengo quindi la scalabilità importantissima e sono il primo a fare in modo che ogni tipologia di utente/atleta sia completamente a suo agio nell’affrontare il workout del giorno, sia nelle classi convenzionali che in quelle speciali che offriamo a CrossFit Bari.

2 roberto cavallone

Redazione : Sei spesso in tour ospitato da diversi box per workshop che a dire di molti sono estremamente interessanti ed educativi. Sinceramente pensiamo che il il solo conseguimento del CF-L1 sia veramente poco per insegnare in un box di CrossFit. Assistiamo purtroppo spesso ad aperture di box da parte di personaggi che con il CrossFit nonostante la certificazione hanno veramente poco in comune. Come è possibile sopperire a questa enorme lacuna ? Come scegliere un box di qualità ?

Roberto : Sopperire al fenomeno dell’apertura di box da parte di persone inesperte purtroppo non è possibile. Quello che invece l’utente tipo può fare è comportarsi come farebbe se dovesse scegliere una qualsiasi altra tipologia di professionista da consultare. Quindi informarsi sull’esperienza nell’insegnamento del coach di riferimento, poi sul suo background sportivo e ovviamente su quale tipologia di formazione ha avuto. Poi, effettuare una lezione prova e rendersi conto personalmente di ciò su cui si è informato.

roberto cavallone

Redazione : Cavallone Competitor Training – Ti confesso che non aspettavamo l’ora di sentire una cosa del genere. Quando un professionista di comprovata bravura si cimenta nell’insegnamento, ne può nascere solo qualcosa di buono. Avresti voglia di parlarcene ? Come nasce questo progetto ? ed a chi è rivolto ?

Roberto : Cavallone Competitor Training nasce un paio di anni fa dalla voglia di seguire in maniera più approfondita alcuni ragazzi di CrossFit Bari che avevano velleità competitive. Questa “esigenza” mi ha spinto ad ampliare il progetto creando una vera e propria programmazione sport specifica sulla base della mia esperienza come atleta e ad offrire la stessa anche ad esterni al mio box. La programmazione è rivolta a tutti coloro i quali vogliono cimentarsi nelle competizioni CrossFit, open o Rx, ma anche a chi vuole lavorare in maniera più completa tutti i domini della disciplina, implementando il lavoro delle classi convenzionali.

Redazione : Domanda di rito a tutti i nostri ospiti. Progetti per il futuro ? Infondo sei ancora un ragazzino ?

Roberto : Ragazzino sicuramente dentro, quest’anno approdo alla categoria master40 ed il primo obiettivo sono gli open ed i master qualifier, li sono dedicati tutti i miei sforzi come atleta. Come coach l’obiettivo è dedicarmi allo sviluppo della mia programmazione ed alla crescita del mio box, CrossFit Bari.

Redazione : Bene Roberto ti ringraziamo infinitamente per la tua disponibilità ti auguriamo tanto successo per i tuoi progetti e speriamo di incontrarci in giro per l’Italia, magari in qualche bella gara.

Roberto : Grazie ancora per l’intervista e arrivederci nelle prossime competizioni!!


CROSSFIT BARI

Strada rurale rafaschieri 70100 Bari

Info : 338 335 1723