Come migliorare le performance nel CrossFit

Come migliorare le performance nel CrossFit

Qualche anno fa ho conosciuto Angelo Marcolin durante una certificazione CF e precisamente L2, tra una chiacchera e una birra è nato una piacevole serata come due vecchi amici che si ritrovano dopo tanti anni. Direi che da quel momento abbiamo iniziato a condividere un’unica passione e progettare cose insieme nel settore CF. Ci sarebbero tante cose belle da raccontare ma passerei al nostro specifico.

Si parla sempre di Performance , di tanti sistemi di allenamento più o meno conosciuti con strumenti svariati (a volte anche assurdi), ma si parla raramente su come o cosa bisogna fare per migliorare la Performance in modo sicuro.
Qualche anno fa ho avuto la fortuna di entrare a fare parte di un gruppo di professionisti (vorrei citare Amir e Andrea fondatori di LCA) selezionati in tutta Italia per un nuovo progetto con una finalità : migliorare la qualità della vita alle persone e le performance agli atleti!

Quindi sono entrato in Life Changer Academy e da quel momento è cambiato il modo di valutare alcuni aspetti fondamentali.

Per questo ho voluto portare in AM Competitor Academy tutto quello che poteva fare la differenza in modo innovativo con basi scientifiche per poter migliorare le performance e soprattutto ridurre gli infortuni.

marco vingale

Come potete vedere la base della piramide (quindi la parte di maggiore importanza) non è la performance, ma la parte psicologica , seguita dalla nutrizione e poi dalla struttura. Nutrizione e potenziamento psicologico sono alla base di ogni preparazione atletica professionale che ri rispetti.

In questo articolo vorrei soffermarmi sulla Struttura.

Nella struttura troviamo :

  • Neurological program
  • Braking System
  • Posture
  • Chain Start
  • Mobility
  • Stability
  • Breathe
  • Primal patterns
  • Developmente pattern
  • Miofascial

Iniziamo a capire quanto bisogna lavorare per poter migliorare le nostre performance. Iniziamo a dire che parte tutto dal SNC (sistema Nervoso Centrale) , quindi bisogna dare consapevolezza a ciò che facciamo e non strumenti esterni!!! Per questo sono stati creati dei protocolli di lavoro per valutare e poter correggere i nostri deficit motori o timing alterati.

marco vingale

Mi chiederai come funziona tutto questo???

Non sto a spiegarti tutte le voci della struttura altrimenti diventerebbe troppo lunga ma vorrei soffermarmi sui test PMA, Miofascial e Buteyko.

PMA (Pattern Movement Assessment) sono una sequenza di test che ci permettono di analizzare lo schema dei movimenti fondamentali,identificarne ed isolarne il punto debole, fornire gli elementi per programmare gli esercizi di correzione ed annullare il punto debole,migliorare il movimento ed assicurarne l’efficienza.questi sono la base per poter partire in maniera sicura ed attenta migliorando le perfomance dei nostri atleti e anche la vita di tutti i normal people.

Ricordiamo sempre che tutto ciò che si può misurare, si può migliorare!!!

Un piccolo cenno sulla respirazione Buteyko : partiamo col dire che il Diaframma è un muscolo e come tale và allenato per migliorare la postura e stabilità durante gli esercizi di alta soglia!

Il metodo Buteyko è una pratica di ottimizzazione respiratoria che, attraverso l’esecuzione di semplici esercizi, permette di modificare i parametri di controllo nella concentrazione dei gas organici (O2 e CO2) e migliorare l’ossigenazione cellulare.

“Se la respirazione non è normalizzata nessun altro schema di movimento può esserlo!”

Miofascial : partiamo dicendo che la fascia ricopre una superficie importante del nostro corpo, quindi come tale non deve esser sottovalutata sia per la salute sia per la perfomance.

Non entriamo nello specifico nella suddivisione delle linee fasciali, in quanto ci sarebbe troppo da scrivere

Vorrei solo dire che con semplici strumenti (Foam Roller, Pallina e dita) si può fare un lavoro pazzesco Pre workout, Post Workout e durante Competizioni , a volte, anzi purtroppo spesso, vedo utilizzare questi strumenti in modo superficiale ed errato .

Prima ho parlato di pre,post workout e competizioni , non a caso ma per il semplice fatto che bisogna utilizzarlo in modo diverso in base a quello che devi fare! Direi che qualche accenno tecnico, anche in modo veloce lo abbiamo toccato.

Vedere persone o atleti migliorare questo è la più grossa ricompensa. Se dopo quasi 24 anni continuo ad emozionarmi penso di aver scelto la strada giusta!

Per prenotare questo Workshop visita il sito ufficiale di AM Competitor Academy

Sommario Articolo :
Come migliorare le performance nel CrossFit Corsi di Specialità
Titolo Articolo :
Come migliorare le performance nel CrossFit Corsi di Specialità
Descrizione Articolo :
Come migliorare le performance nel CrossFit Corso di Specialità di AM Competitor Academy tenuto da Coach Marco Vignali- Workshop CrossFit
Autore Articolo :
Scritto da :
My Cross Life
Logo :