Mat Fraser ESCLUSIVO | Perchè mi sono ritirato ecco la lettera verità

Mat Fraser si ritira del CrossFit competitivo e affida ad una lettera le motiviazioni della sua decisione

2 Febbraio 2020

Oggi, a poco più di otto anni dall’inizio della mia carriera nel CrossFit competitivo, annuncio il mio ritiro.

Nel 2012, il proprietario di Champlain Valley CrossFit mi iscrisse al Winter Throwdown (competizione interna del box). Non potevo permettermi la quota di iscrizione per l’evento, e si offri di pagare e mi disse che se avessi vinto, avrei dovuto comprare un paio di scarpe da CrossFit.

All’epoca mi allenavo con le Nike Air Max 90s.

Non capii all’epoca l’hype che stava crescendo intorno al CrossFit.

Vengo dall’Olympic Training Center, dove ho vissuto e respirato il sollevamento pesi olimpico. Il mio obiettivo era gareggiare alle Olimpiadi, dove ogni snatch e clean and jerk era un evento serio e silenzioso.

Ma a Champlain Valley, eravamo tutti in una classe piena di persone che correvano da un movimento all’altro e cadevano drammaticamente a terra allo scadere del timer.

Al Throwdown, conclusi con una vittoria al primo posto e $ 500 di premio.

Il duro lavoro è stato ripagato. Ma ora sono pronto a prendere decisioni in base a come influenzano la mia famiglia, gli amici, la salute e la felicità, non solo le mie prestazioni.

Da ragazzino al college, pensavo di aver trovato l’oro e volevo immediatamente trovare più opportunità per guadagnare dei soldi extra.

Ho iniziato a viaggiare in tutto il New England gareggiando per 1.000 dollari qua e 5.000 dollari là.

Non è stato un brutto lavoro per uno studente a tempo pieno, ma non ho iniziato CrossFit con l’intenzione di farne la mia carriera.

Quasi un decennio dopo, ho tagliato il traguardo al Ranch tenendo la mano di Tia, mia compagna di allenamento che è diventata poi più di una sorella.

Insieme, abbiamo battuto ciascuno il record per il maggior numero di CrossFit Games vinti nella storia. Lei aveva vinto il suo quarto e, contro ogni previsione, io avevo vinto il mio quinto.

Nel mio primo Open in assoluto, riuscivo a malapena a fare una dozzina di burpees di fila. Negli ultimi eventi dei Games del 2020, ho vinto con il maggior margine nella storia di questo sport.

Quindi, da un lato, questa è una decisione difficile.

Il CrossFit mi ha permesso di trovare i miei migliori amici, dei soci in affari e persino una moglie. Il CrossFit è il modo in cui ho trovato l’artista che mi ha tatuato il petto, il CrossFit mi ha permesso di viaggiare in tutto il mondo e comprare una nuova casa in cui ci trasferiremo presto nello splendido Vermont.

Dalla fine della stagione 2015, quando ho deciso di smetterla di cazzeggiare e di dedicarmi completamente a questo sport, il CrossFit è stato il mio mondo.

E per lo stesso motivo, anche questa è una decisione facile. Tranne che per alcune settimane in agosto, quando mi concedo una pausa, la mia attenzione è stata incessante.

Ho rinunciato a vacanze, addii al celibato ed a più appuntamenti con Sammy di quanti ne possa contare. Non mi perderei una singola sessione di allenamento o un’intera notte di sonno per nulla al mondo.

Per otto anni, ogni giorno è stato più o meno lo stesso: svegliarmi prima di quanto vorrei, vendere la mia anima all’Assault Bike e agli intervalli di nuoto e agli AMRAP di 40 minuti, mangiare, dormire, ripetere.

Nessuna decisione è stata involontaria.

Nelle settimane immediatamente precedenti i CrossFit Games smetto sempre di fare cose rischiose, come andare in palestra con la mia moto, e anche piccole cose che potrebbero fare la differenza, come non usare un coltello da bistecca.

Ero ossessionato dal trovare miglioramenti ovunque possibile e avevo sempre il terrore che uno fosse scivolato attraverso le fessure.

Il duro lavoro è stato ripagato. Ma ora sono pronto a prendere decisioni in base a come influenzano la mia famiglia, gli amici, la salute e la felicità, non solo le mie prestazioni.

La buona notizia è che dopo il pensionamento mi vedrete molto più di prima.

Non ho mai voluto rinunciare al più piccolo vantaggio, quindi non ho pubblicato i miei allenamenti, rilasciato la mia programmazione o nemmeno accennato ai miei punti deboli.

Invece, li ho addestrati, inesorabilmente, e nel processo mi sono guadagnato la reputazione di essere stoico, forse anche arrogante a seconda di chi hai parlato.

L’unica volta che sono sotto gli occhi del pubblico è quando mi presento al lavoro. Sono concentrato sul mio obiettivo. Sono lì per ottenere l’unica cosa che ho speso centinaia, persino migliaia, di ore a perseguire.

Non mi ha mai infastidito – era un piccolo prezzo da pagare per essere il migliore – ma sono entusiasta di mostrarti il ​​Mat che tutti quelli che mi sono vicini hanno sempre visto.

Sto ancora cercando di capire esattamente come farò parte di questa community.

Non ho intenzione di aprire un box di CrossFit, ma sto per iniziare la costruzione di una palestra  a casa, che vedrete tra poco sul canale YouTube che Sammy e io stiamo per lanciare.

Oltre a questo, non vedo l’ora di vivere la stagione da fan, proprio come tutti voi.

Quindi grazie per avermi concesso questa opportunità e un ringraziamento speciale a tutti coloro che mi hanno aiutato come sponsor, ai compagni di allenamento, agli allenatori ed agli amici.

Sarò sempre coinvolto nel CrossFit. Semplicemente non lo farò più dal campo di gara.

Grazie Mat

Sommario Articolo :
Mat Fraser ESCLUSIVO | Perchè mi sono ritirato ecco la lettera verità
Titolo Articolo :
Mat Fraser ESCLUSIVO | Perchè mi sono ritirato ecco la lettera verità
Descrizione Articolo :
Mat Fraser si ritira del CrossFit competitivo e affida ad una lettera le motiviazioni della sua decisione leggila in esclusiva
Autore Articolo :
Scritto da :
My Cross Life
Logo :