Nessun bonus per pagare l’affitto di palestre e box di CrossFit


Il ministro dello sport Vincenzo Spadafora aveva parlato giorni fa di un ulteriore misura per venire in contro a coloro che avevano stipulato sostanzialmente un contratto tra privati cittadini.

Ma al momento non ci sono ancora arrivate notizie in merito. Il quadro è purtroppo tragico, i lavoratori dello sport hanno ricevuto solo 600 euro (non tutti) e si sono ritrovati con palestre, box di CrossFit, centri fitness chiusi e senza alcun entrata e con spese che difficilmente sono riusciti a sopperire.

Cerchiamo di racchiudere in questo articolo le misure adottate a sostegno delle palestre e dei Box di CrossFit con informazioni precise tratte dallo scorso decreto salva Italia

Le ASD e le piccole aziende sono state lasciate sole

Gli aiuti di stato per queste tipologie di aziende/associazioni è stato praticamente nullo. Non sono state sospese le utenze, i canoni di affitto e tanto altro. La situazione è al collasso, al netto delle raccolte fondi, delle classi su zoom, degli slogan andrà tutto bene che molto presto si sono trasformati in un urlo di rabbia FATECI RIAPRIRE.

Aiuti di stato per pagare l’affitto di palestre e box di CrosssFit.

Attualmente è previsto il solo credito d’imposta nella misura del 60% dell’ammontare del canone di locazione per coloro che sono considerati esercenti attività d’impresa che utilizzano locali di categoria C/1 in pratica negozi ed altri simili equiparati.

In parole povere, potranno beneficiare di tale credito d’imposta solo le società NON le associazioni ASD che per loro natura non svolgono la propria attività in locali accatastati in categoria C/1.

Attendiamo comunque sviluppi su eventuali modifiche in sede di conversione del decreto, sperando che con una modifica all’ultimo DPCM possa includere anche palestre, centri fitness, box di CrossFit. Proprio in virtù delle ultime affermazioni del ministro Spadafora.

Sospensione dei canoni di locazione di impianti sportivi pubblici

L’art. 95 del D.L. 17 marzo 2020 n.18 prevede la sospensione soltanto per il pagamento dei canoni di locazione e concessori relativi all’affidamento di impianti sportivi pubblici dello Stato e degli enti territoriali. In pratica solo immobili di proprietà dello stato Italiano. Il pagamento per questi ultimi è sospeso per adesso fino a fine Maggio. Lo stesso ripartirà a giugno dove si dovranno pagare i canoni pregressi sia a rate che in un unica soluzione.

Sospensione dei canoni di locazione tra privati

Purtroppo attualmente il decreto non prevede intermediazioni dello stato in contratti stipulati tra privati. Il consiglio è di esaminare con un professionista il contratto firmato per l’affitto dell’immobile e provare a trovare una sorta di criticità o clausola che possa poi riuscire a far mediare le due parti.

Ovviamente la migliore strada da percorrere è sempre quella di trovare un accordo considerando anche l’effettivo momento di criticità.

Che succede se non pago l’affitto della palestra ?

Controllate con molta attenzione le clausole contrattuali del vostro accordo con il locatario, potrebbero essercene alcune che consentono al proprietario di avviare una azione di sfratto molto veloce e potreste trovarvi per strada molto presto. Non tentate la fortuna cercate di mediare il più possibile.

Articolo 1467 del Codice civile

L’articolo seguente prevede che qualora un evento straordinario e imprevedibile fuori dal controllo delle parti (cosiddetto causa di forza maggiore) dia luogo ad un’eccessiva onerosità di una delle due prestazione, il relativo obbligato ha facoltà di chiedere la risoluzione del contratto.

Trovate un accorso se possibile, non ingaggiate nessuna diatriba legale.

Formalizzare l’accordo raggiunto

Una volta trovato l’accordo per le società e le imprese in generale sarà sufficiente uno scambio di PEC. Per i contratti tra privati sara necessario registrare formalmente l’accordo raggiunto, soprattutto per permettere al proprietario dell’immobile di poter evitare di pagare l’imposta sul canone previsto ma non ricevuto.

Blocco utenze e bollette

Nessuna misura per il pagamento di bollette ed utenze varie. L’unica speranza è rimettersi alle varie aziende che forniscono i servizi e chiedere la possibilità di dilazionare le spese.

Pagamento fornitori

Anche in questo caso non esiste nessun aiuto di stato, l’unica strada possibile è quella di chiedere ai vari fornitori la possibilità di dilazionare i pagamenti dovuti. L’unico consiglio per quello che possa volere e quello di trovare una strada che percorra la mediazione.

Non mollate.

 

 

banner kingsbox italia
Sommario Articolo :
Nessun bonus per pagare l'affitto di palestre e box di CrossFit
Titolo Articolo :
Nessun bonus per pagare l'affitto di palestre e box di CrossFit
Descrizione Articolo :
Gli aiuti di stato per ASD aziende e associazioni è stato nullo. Non sono state sospese le utenze, i canoni di affitto e tanto altro la situazione e tragica
Autore Articolo :
Scritto da :
My Cross Life
Logo :