Palestre e Box di CrossFit | Sportivi di serie B | No Grazie !

La conferenza stampa del premier Giuseppe Conte è stata ascoltata da tutti. Pochissime novità per il comparto sportivo e quelle date non sono buone.

Chiusi ancora per il momento palestre, box di CrossFit, piscine e centri di personal trainer, potranno invece allenarsi a porte chiuse del 4 Maggio individualmente atleti professionisti che praticano sport di rilevante interesse nazionale, il 18 Maggio toccherà agli allenamenti di squadra sempre per gli atleti professionisti come i calciatori di serie A.

Insomma ripartono gli allenamenti solo per i famosi, quelli che riempiono gli stadi che portano soldi freschi in cassa.

Nessuna notizia per il comparto fitness che sta vivendo un momento tragico, la linea di non ritorno è molto vicina, migliaia di piccoli imprenditori proprietari di palestre, box di CrossFit, piscine e centri fitness sono praticamente senza soldi. Quei pochi risparmi messi da parte sono stati usati per pagare affitti, bollette e spese varie.

Il problema è che quei pochi spiccioli per la maggior parte dei piccoli imprenditori del fitness sono finiti o finiranno tra pochissimo.

Sicuramente ci sarà qualche imprenditore con le spalle forti che si potrà permettere di restare chiuso senza conseguenze, ci saranno le grandi catene che semplicemente chiuderanno strutture qua e là per abbattere i costi, mettendo a budget la passività prima di fallire magari e non pagare nessuno.

Questo discorso non è attuabile ai piccoli proprietari di box di CrossFit e palestre, per la maggior parte gente buona, onesta, ragazzi per bene insomma.

Conosco personalmente decine di box owner e per la maggior parte sono ragazzi che hanno investito tutto quello che avevano nel loro box di CrossFit, ed ovviamente hanno dovuto contrarre prestiti e finanziamenti per partire e far fronte alle ingenti spese per aprire un attività del genere.

Chi è fortunato (si fa per dire) ha finito di pagare i debiti fatti per l’attrezzatura, il pavimento, i lavori di ristrutturazione e deve SOLO (si fa sempre per dire) pagare acqua, luce, affitto ed altro.

Gli altri meno fortunati si ritrovano con mazzate a fine mese che farebbero rabbrividire perfino i più temerari.

Abbandonati a se stessi, con l’elemosina dei 600,00 euro (se sei stato fortunato).

Insomma una fottuta ecatombe…

Altri debiti all’orizzonte

Cosa ha fatto fino ad ora il Governo per la categoria dei piccoli imprenditori del fitness ? Niente! Assolutamente niente!

Sapere che non si è i soli in questa situazione dovrebbe far sentire meno la solitudine, ma non è questo il caso. L’unico strumento che arriva dal governo per ripartire e far fronte alla situazione attuale di lockdown totale è fare debito.

Indebitarsi ulteriormente per far ripartire un attività commerciale che già sopravviveva a malapena anche se dignitosamente, permettendo a famiglie di vivere una vita appagata dal poter far quello che gli piace come lavoro.

La grande ipocrisia degli aiuti sotto forma di prestiti garantiti al 100% fino a 25.000 da restituire in 6 anni, (quindi altri 350 euro al mese da aggiungere alle spese mensili) rappresentano il solo aiuto (se aiuto si può chiamare far debito) offerto dallo stato.

Atleti di serie A e di serie B

Ripartono gli allenamenti per gli atleti che fanno sport che portano soldi, questo è il succo del DPCM 26 Aprile.

Come sempre ciò che conta in questo momento è la pressione fatta dai signori del calcio giocato e dai miliardi di interessi che girano.

Emblema di un sport malato, dopato dal denaro e dagli interessi, con giocatori che guadagnano milioni di euro a fronte di attività sportive sull’orlo della chiusura.

Non c’è più tempo

Il tempo e le risorse ( le poche a disposizione) sono finite. I piccoli imprenditori del fitness sono allo stremo, se questo governo non prenderà una posizione netta e forte aiutando questa ed altre categorie imprenditoriali cosi colpite sarà la fine.

Sapere che se non cambiano le cose tantissimi amici potrebbero chiudere il loro box, mi provoca una sensazione di tristezza enorme ma anche di rabbia per una classe dirigente che ha dato il peggio di se in un momento cosi complicato dove poteva davvero riscattarsi e dimostrare di aver capacità.

A tutti i proprietari di box, di palestre ed altro dico resistete finche potete in qualsiasi modo, fate un mestiere che ha migliorato la vita di migliaia di persone e dovete essere orgliosi di questo, quando sarà da fare i conti con chi di dovere la nostra voce sarà dalla vostra parte per gridare tutta l’amarezza e la delusione per una classe dirigente senza capacità che stà piano piano partecipando in modo silenzioso alla disgregazione del tessuto produttivo italiano.

VERGOGNA !!!!

 

Sommario Articolo :
Palestre e Box di CrossFit | Sportivi di serie B | No Grazie !
Titolo Articolo :
Palestre e Box di CrossFit | Sportivi di serie B | No Grazie !
Descrizione Articolo :
Il tempo e le risorse di box di CrossFit e palestre sono finiti. I piccoli imprenditori del fitness sono allo stremo. Il governo deve fare presto qualcosa!
Autore Articolo :
Scritto da :
My Cross Life
Logo :